Natursimul, produzione e vendita prodotti erboristici

Le lavorazioni officinali effettuate nel nostro laboratorio erboristico artigianale












Lavorazioni di erbe officinali con sistema di controllo di qualità nei nostri laboratori

I metodi di preparazione studiati per la lavorazione dei prodotti erboristici, ci permettono di ottenere prodotti finiti in breve tempo e nelle migliori condizioni possibili di qualità ed igiene. Vi mostriamo una sequenza di immagini delle lavorazioni effettuate nei nostri laboratori, con descritta la procedura delle lavorazioni così come stabilito dalla normativa.

Le materie prime vengono scaricate ed arrivano all'ufficio accettazione
Ricezione materie prime Secondo la normativa del sistema di controllo HACCP esiste alla Natursimul una procedura da seguire nelle operazioni di ricezione di materiali, materie prime, attrezzature, e nel loro corretto trasferimento nei locali di stoccaggio o utilizzo.




Verifica su una campionatura di radice di gramignaAccettazione merce Quando si ricevono le piante officinali, si prelevano dei campioni a caso e si controlla al microscopio la qualità del prodotto ed eventuali sofisticazioni; le irregolarità devono essere registrate sul manuale di controllo della produzione (HACCP); effettuate queste verifiche, la merce conforme entra a far parte, a tutti gli effetti, del ciclo produttivo.


Verifica su una campionatura di Rosa caninaControllo Ulteriori verifiche possono essere effettuate in laboratorio per alcuni casi specifici, come la determinazione del quantitativo di vitamina C nei frutti di Rosa canina; verifiche che è opportuno fare prima di procedere a dispendiose lavorazioni



Foglie di menta da coltivazione biologica Foglie e fiori di camomilla Campionamento Il materiale è sottoposto a Controllo Qualità secondo un planning di analisi stabilito dal Responsabile del controllo Qualità e dal Responsabile del piano HACCP. Ad ogni campionamento corrisponde l’attribuzione di un numero di codice interno e una data di campionamento. Il prelievo dei campioni viene effettuato nel “Magazzino materie prime approvate” prima di riporre la materia prima negli scaffali.

Stoccaggio delle materie prime Stoccaggio materie prime Lo stoccaggio delle materie prime si suddivide in stoccaggio iniziale e stoccaggio finale.
Nel primo il magazziniere o l’operatore destinatario posizionano le materie nella “Zona delimitata di quarantena” sui bancali in un area ben identificata, fino al termine dei controlli da parte del magazziniere o dell’operatore stesso.
Nello stoccaggio finale, dopo che sono stati effettuati gli opportuni controlli, l’operatore addetto sposta il materiale sul locale di deposito delle materie prime e provvede alla sua registrazione. Ogni lotto di materiale che viene trasferito nel magazzino materie prime è di fatto APPROVATO e può essere utilizzato per le successive lavorazioni.
Macerazione a caldo di Uncaria Box di macerazioneLa lavorazione delle erbe officinali Consiste nella cernita, vagliatura, miscelazione e polverizzazione delle erbe essiccate che saranno poi sottoposte a macerazione per la preparazione di liquidi o compressate e incapsulate per la preparazione di solidi, o imbustate in confezioni di peso variabile per la vendita al dettaglio di tisane. Queste operazioni vengono effettuate nel locale adibito a lavorazione materie prime e locale lavorazione
Laboratorio per le macerazioni La produzione dei liquidi: Macerazione. All'interno del locale del laboratorio di lavorazione dei liquidi le piante essiccate o fresche precedentemente preparate nella fase di lavorazione delle erbe, sono sottoposte alle operazioni di macerazione, pressatura e filtratura. Le eventuali piante fresche necessarie alla preparazione di prodotti derivati da pianta fresca sono sottoposte alle stesse lavorazioni previa fase di lavaggio effettuata nella zona lavaggio. Dopo che la pianta è stata sottoposta a tutte le varie fasi di lavorazione come previsto dalla relativa procedura si lascia macerare nell’apposito contenitore in acciaio inox per un periodo variabile tramite trasferimento della stessa nell’area di macerazione.

Trasporto con carrelloTrasporto tramite carrello elevatore Il trasporto dei prodotti officinali viene effettuato con cura tra un laboratorio e l'altro per la sucessiva fase di lavorazione, in contenitori di acciao inox che assicurano il rispetto delle norme igieniche.





Percolazione di un estratto seccoLa Percolazione è una tecnica per estrarre, con un apposito solvente, i principi attivi dalle piante officinali. Si utilizza un recipiente di acciaio inox di forma cilindrica dotato, al suo interno, di una rete a maglie fini, adatta a contenere le parti di piante opportunamente sminuzzate. La percolazione può essere effettuata con un solvente alcolico o acquoso, caldo o freddo, a seconda del tipo di lavorazione richiesto.

Torchiatura di un macerato di UncariaTorchio elettromeccanico per spremiturePreparazione di un estratto da essicareLa torchiatura Dopo l'infusione delle erbe in solventi come acqua, alcool, oli ecc. occorre effettuare la spremitura delle piante per estrarre il solvente ricco di principi attivi. Il torchio in acciaio inox è l'attrezzatura adatta alla spremitura, utilizzato sia per le piante fresche che secche.



L´operatrice effettua la concentrazione dell´estratto nel nostro laboratorioMacchina per la concentrazione sottovuoto Concentrazione sottovuoto di un estratto seccoL'evaporatore - concentratore è costituito da un'autoclave mantenuta sottovuoto; all'interno avviene l'evaporazione del solvente a bassa temperatura (c.a 30°C), quindi passa nella sezione di condensazione. Il circuito della pompa di calore è dotato di un compressore elettrico che provoca l'ebollizione e l'evaporazione del liquido. Avviene poi la condensazione del vapore, che poi viene estratto ed accumulato nel serbatoio.
Essicazione di un estratto Macchinario essicatoreL'essiccatura. Per ottenere una essiccatura di buona qualità degli estratti fluidi ottenuti tramite le lavorazioni precedenti, utilizziamo questo essiccatore elettronico che ci permette di controllare costantemente temperatura ed umidità, e lo stato di lavorazione dell'estratto .



Polverizzazione di estratti secchiVibrovaglio per la setacciatura degli estratti secchiLa setacciatura degli estratti che viene effettuata con l'ausilio del vibrovaglio e del molino a martelli, utilizzati per ottenere un prodotto di dimensioni uniformi. In questa fase vengono scartate le parti troppo fini e ritagliate quelle ancora troppo grandi.
Preparazione dei solidi Come prodotti solidi si intendono capsule, compresse, polveri e miscele di piante officinali che, a seconda dei casi, sono lavorate nei laboratori adeguati.
Agitatore elettromeccanicoLa agitazione continua e prolungata è utilizzata, in alcuni casi, per facilitare l’estrazione dei principi attivi da miscele di piante officinali non omogenee, con parti più o meno coriacee come foglie, radici, cortecce, semi e frutti.




Macchina comprimitrice di polveri in tavolette Particolare della comprimitrice Preparazione alla comprimitura Comprimitura di un estratto seccoLa comprimitura delle tavolette avviene esercitando una pressione di diverse tonnellate sull'estratto secco in polvere all'interno di una matrice, tramite l'uso di punzoni. La forma della tavoletta è determinata dalla matrice mentre lo spessore è regolato dalla distanza tra i punzoni, che determinano anche la forma piatta o concava delle compresse.
Opercoli vuoti (capsule) prodotti con gelatina rigidaOpercoli di estratto secco di Uncaria Nei nostri laboratori utilizziamo incapsulatrici semi automaticheIl confezionamento degli opercoli (o capsule) viene effettuata nel nostro laboratorio con una incapsulatrice semi-automatica utilizzando capsule di gelatina alimentare senza coloranti: l'operazione si svolge in un ambiente dedicato in cui l’aria è deumidificata e depurata.


Carote da agricoltura biologicaTorchiatura delle caroteEstratto fluido di caroteConcentrazione di un estratto di caroteLa preparazione di un estratto secco di carote attraversa le fasi della selezione della materia prima, macinazione della materia prima, macerazione, torchiatura, concentrazione del liquido ottenuto e sucessiva essicazione fino a estratto secco. In seguito si procede con il confezionamento in capsule.


Confezionatrice volumetricaConfezionamento di prodotti liquidiIl confezionamento dei liquidi. Consiste nell’inflaconamento in opportuni contenitori di vetro; avviene nel box di confezionamento liquidi tramite una confezionatrice volumetrica ed una ghieratrice. Il confezionamento dei solidi. Consiste nell’inflaconamento di compresse, tronchetti o capsule in opportuni contenitori di vetro; avviene nel box di confezionamento solidi tramite la determinazione del peso ed una ghieratrice.
I flaconi confezionati vengono poi stoccati in opportuni recipienti e trasferiti nel locale di confezionamento secondario solidi e liquidi.Questo consiste nell’etichettatura ed eventuale astucciatura dei flaconi di solidi o liquidi. In questa fase è possibile personalizzare la confezione in base alle esigenze del cliente. Al termine delle operazioni di confezionamento i prodotti vengono riposti nel magazzino.



Il magazzino Il magazzino dei prodotti finiti Imballaggio ed immagazzinamento I prodotti richiesti dall’ordine pervenuto vengono prelevati dagli appositi spazi negli scaffali del locale di deposito prodotti finiti. Ogni singolo pezzo viene ricontrollato dal magazziniere al momento dell’imballaggio terminale. All’imballo costituente l’ordine viene allegato il documento di trasporto elaborato dall’amministrazione. La merce imballata esce dall’uscita prodotti finiti per essere spedita a destinazione
Roberto, uno dei due titolari Ufficio spedizioni dei prodotti finiti Riccardo titolareIncontro con gli erboristi di Pordenone L'ufficio spedizione e amministrativo dell'azienda erboristica Natursimul.




Agenzia Web SMAE



© Natursimul di Dossi Riccardo & C. snc - Viale G. Matteotti, 70 - 47016 Predappio (FC) fax 0543923377 e-mail: info@natursimul.it
Produzione e personalizzazione di prodotti erboristici, estratti da piante officinali confezionati incompresse capsule, estratti liquidi, ottenuti con lavorazioni di laboratorio: essicazione, macerazione, spremitura, concentrazione, setacciatura, comprimitura, confezionamento, eseguite con materie prime selezionate ed accurate preparazioni certificate di qualità.

Web design RAM