Natursimul, produzione e vendita prodotti erboristici

Natursimul si avvale del sistema di controllo HACCP per i prodotti alimentari.














Il controllo degli alimenti con sistema HACCP

Il sistema di controllo HACCP (Hazard Analysis Critical Control Points) identifica ed analizza i danni riportati da una derrata alimentare nei diversi stadi del processo produttivo, quindi definisce i metodi opportuni per neutralizzarli ed assicura che queste metodologie siano efficaci.
Consiste in una organizzazione sistematica in grado di garantire la qualità microbiologica, fisica e chimica dei prodotti alimentari e viene elaborato per ogni specifico prodotto, nelle fasi della sua produzione e tenendo conto dei rischi che può comportare per il consumatore.

Il sistema HACCP è esplicitamente prescritto dall'art. 3, comma 2, del decreto legislativo 155/97:
"Il responsabile dell'industria alimentare deve individuare ogni fase che potrebbe rivelarsi critica per la sicurezza degli alimenti e deve garantire che siano individuate, applicate, mantenute ed aggiornate le adeguate procedure di sicurezza avvalendosi dei principi su cui è basato il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici HACCP (Analisi dei rischi e punti critici di controllo)"

La Direttiva Igiene

La direttiva comunitaria 43/93/CEE "Igiene dei prodotti alimentari", recepita in Italia con il Decreto Legislativo 26 maggio 1997 n°155, prescrive per le aziende del settore alimentare l'instaurazione di un'attività di autocontrollo basata sulla metodologia HACCP (Analisi dei rischi e punti critici di controllo) con lo scopo di identificare gli eventuali pericoli, la loro frequenza e gravità, e di individuare ed applicare procedure di controllo di tali punti critici.

Sono oggetto di autocontrollo tutte le fasi relative alla produzione di un prodotto alimentare e precisamente: preparazione, trasformazione, manipolazione, fabbricazione, confezionamento, stoccaggio, trasporto e distribuzione del prodotto alimentare.

 

Il sistema HACCP

Il sistema HACCP non rappresenta una serie di analisi di laboratorio ma un insieme di procedure, controlli e accorgimenti il cui scopo è quello di avere e ottenere un prodotto finale sicuro dal punto di vista igienico mantenendo sotto controllo il processo produttivo in tutte le diverse fasi.

L'applicazione del sistema HACCP prevede quindi in via preliminare uno studio accurato di tutto il processo produttivo.


Obiettivi igienico-qualitativi del controllo

Scopo del manuale di autocontrollo è quello di descrivere e definire gli obiettivi igienico-qualitativi che la NATURSIMUL snc intende perseguire, descrivere le norme igieniche da seguire, descrivere e documentare i criteri, le responsabilità e le modalità operative per garantire un controllo delle condizioni igienico-sanitarie degli ambienti, del processo, del personale, dei materiali e del prodotto allo scopo di prevenire ogni rischio per la salute del consumatore e garantire un prodotto conforme a quanto dichiarato Il manuale di autocontrollo è applicato a tutti i prodotti alimentari e integratori alimentari che sono prodotti e venduti dalla NATURSIMUL snc.

Identificazione e analisi dei rischi

 

Fase

Pericolo

Misure di controllo del pericolo

Accettazione materie prime

Contaminazione microbica e deterioramento dei principi attivi dovuta ad erronee procedure di carico e scarico dei prodotti o rottura degli imballi. Presenza di contaminanti, di specie diverse ed altre sofisticazioni.

Idonee procedure di lavorazionee per le piante fresche, speciale procedura di lavaggio. Integrità degli imballi. Richiesta e controllo certificato di analisi.

Stoccaggio

Contaminazione e/o proliferazione microbica (es. muffe), sviluppo di insetti. Deterioramento sostanze attive.

Igiene locali, attrezzature, personale; controllo infestanti con opportuni piani; rispetto delle modalità (tempi, temperature, umidità e luce) di stoccaggio.

Cernita

Errata procedura di cernita ed utilizzo di prodotti alterati. Contaminazione da personale o attrezzature.

Igiene dei locali e delle attrezzature.

Accurata pulizia delle mani del personale.

Formazione del personale per quanto riguarda la cernita

Lavorazione taglio o polverizzazione

Contaminazione e/o proliferazione microbica (es. muffe), sviluppo di insetti. Deterioramento sostanze attive.

Igiene locali, attrezzature, personale; controllo infestanti con opportuni piani; rispetto delle modalità (tempi, temperature, umidità e luce) di lavorazione.

Accettazione materie prime

Contaminazione microbica dovuta ad erronee procedure di carico e scarico dei prodotti o rottura degli imballi

Idonee procedure di trasporto. Integrità degli imballi. Richiesta e controllo certificato di analisi..

Stoccaggio

Contaminazione e/o proliferazione microbica (es. muffe), sviluppo di insetti. Deterioramento sostanze attive.

Igiene locali, attrezzature, personale; controllo infestanti con opportuni piani; rispetto delle modalità (tempi, temperature, umidità e luce) di stoccaggio.

Immersione piante in soluzione idroalcolica

Contaminazione microbica

Idonea pulizia dei contenitori in acciaio inox.

Accurata igiene delle mani dell’operatore.

Macerazione

Fermentazione

Idonea miscelazione.

Mantenimento della sostanza in immersione.

Torchiatura

Contaminazione microbica.

Idonea pulizia del torchio.

Accurata igiene delle mani dell’operatore.

Decantazione

Contaminazione microbica.

Eccessiva diminuzione della gradazione alcolica

Idonea pulizia delle attrezzature e/o superfici.

Aggiustamento della gradazione alcolica.

Stoccaggio in contenitori inox

Crescita microbica per diminuzione della gradazione alcolica

Aggiustamento della gradazione alcolica

Inflaconamento

Contaminazione microbica. Materiale fornito da terzi non correttamente pulito.

Idonea pulizia dei macchinari

Tappatura

Contaminazione microbica e fisica (presenza di frammenti di vetro del contagocce)

Certificazione dalla ditta fornitrice del possibile impiego del materiale in campo alimentare. Controllo visivo dell’integrità del contagocce.


Identificazione della struttura produttiva

La NATURSIMUL snc, di seguito indicata come NATURSIMUL, è una realtà produttiva situata in Predappio (FC) con sede legale e laboratorio di produzione in Via Matteotti, 70, autorizzata: alla produzione, preparazione, confezionamento e deposito all'ingrosso di prodotti liquidi, solidi alimentari, commercializzazione all'ingrosso e al minuto di prodotti di erboristeria già confezionati.

 

Responsabilità del sistema di controllo

I responsabili dell'azienda sono il Sig. Roberto Rocchi e il Sig. Riccardo Dossi in qualità di legali rappresentanti e di responsabili dell'immissione in commercio dei prodotti della NATURSIMUL.

Per l'applicazione del sistema HACCP è importante costituire un gruppo di lavoro pluridiscipinare, i cui componenti, per le loro specifiche competenze, hanno contribuito alla stesura ed elaborazione del manuale.
Il gruppo di lavoro è così costituito: Legali rarappresentanti, Responsabile Controllo Qualità, Responsabile piano HACCP.
Il gruppo o parte di esso si riunirà, con scadenza annuale per la verifica di conformità del manuale, oppure all'occorrenza se si verificano variazioni dei processi produttivi, delle attrezzature, degli impianti, dei fornitori tali da poter compromettere la sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti.

 

 

info@natursimul.it

Agenzia Web SMAE



© Natursimul di Dossi Riccardo & C. snc - Viale G. Matteotti, 70 - 47016 Predappio (FC) - tel. 0543 923421 fax 0543923377 e-mail: info@natursimul.it - P. Iva 01076790409 - Privacy
Produzione e vendita online di prodotti erboristici, integratori alimentari, fitopreparati personalizzabili, in confezioni solide e liquide: compresse o tavolette, capsule, tronchetti, miscele di erbe in polvere, sciroppi, estratti idroalcolici da pianta fresca e secca.

Web design RAM